Approvato il Regolamento Operativo del Fondo Calabria Competitiva (FCC).

Si comunica che è stato approvato in data 28.12.2020 dal Comitato degli investimenti, nominato con Decreto del Dirigente Generale del Dipartimento Lavoro, Sviluppo Economico – Attività Produttive e Turismo n. 14282 del 22/12/2020, il Regolamento Operativo del Fondo Calabria Competitiva (FCC).

Il Fondo Calabria Competitiva, finanziato con le risorse POR CALABRIA FESR/FSE 2014/2020, Azione 3.2.1 è stato istituito con DGR n. 443 del 15.12.202 con una dotazione iniziale di 40 milioni di Euro.

Il Fondo,   attraverso la  concessione  di  finanziamenti rimborsabili a tasso agevolato,  è finalizzato a sostenere il sistema imprenditoriale regionale in temporanea situazione   di carenza di liquidità come diretta conseguenza dell’emergenza epidemiologica internazionale da COVID19, ed a garantire, in modo rapido ed efficace, alle Micro e Piccole imprese,   la disponibilità  liquida  sufficiente e necessaria per contrastare i danni arrecati dall’epidemia, per preservare la continuità dell’attività economica, nonché i livelli occupazionali.

Le  imprese  interessate potranno registrarsi attraverso la piattaforma informatica resa disponibile da Fincalabra SpA, e predisporre la domanda, a decorrere dalle ore 10,00 di mercoledì 20 gennaio 2021, mentre l’invio della domanda sarà possibile a decorrere dalle ore 10,00 di mercoledì 27 gennaio 2021, e fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

L’Italia del Riciclo

Il prossimo 10 dicembre si terrà online la presentazione dell’undicesima edizione dell‘Italia del Riciclo 2020, il rapporto annuale sul riciclo e il recupero dei rifiuti, realizzato dalla  Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e FISE UNICIRCULAR, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e di Ispra.

La presentazione del Rapporto sarà l’occasione per aprire un confronto con i rappresentanti istituzionali sui trend del settore, gli effetti della pandemia, le misure adottate e sulle proposte per rendere il riciclo sempre più protagonista del rilancio economico del nostro paese. 

Al seguente link potete consultare il programma:
Programma | Link

Per ricevere maggiori info, iscriviti al seguente link:
Registrazione online | Link

L’appuntamento è il 10 dicembre 2020, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, sui seguenti canali:
Ricicla Tv
– pagina facebook@fondazionesvilupposostenibile
– sul sito web – www.fondazionesvilupposostenibile.org

Forum di ITALIA SOLARE 2020: Recovery Fund e transizione energetica

Il 1 dicembre 2020 si terrà il Forum di ITALIA SOLARE 2020 dal titolo:Recovery Fund e transizione energetica. Il Forum si terrà  in modalità online previa iscrizione . 

Il 2020 è stato segnato dalla pandemia che ha evidenziato la fragilità dell’uomo e dell’ecosistema in cui vive. Temi già ampiamenti discussi negli anni passati, ma che ora diventano emergenziali. In occasione della quinta edizione del Forum ITALIA SOLARE 2020 verranno discussi quegli aspetti in cui il nostro settore è fortemente chiamato a giocare un ruolo rilevante: la crisi climatica, la transizione energetica. Strettamente connessi i due temi ci impongono di agire rapidamente e in modo concreto.

Durante l’evento ITALIA SOLARE presenterà le sue proposte per indirizzare le azioni legate al Revcovery Fund, mentre autorevoli esperti del settore faranno il punto sulla necessità di porre una fine all’uso dei combustibili fossili e di introdurre un sistema di carbon pricing e di come la transizione energetica sia possibile grazie all’evoluzione del sistema elettrico e al ruolo dei sistemi di accumulo, ma anche attraverso la diffusione dell’agri-fotovoltaico e, in un futuro non troppo lontano, l’impiego dell’idrogeno verde.

Nel pomeriggio si terranno tre sessioni parallele di approfondimento su tematiche tecniche fondamentali per lo sviluppo del fotovoltaico in Italia: cessione del credito e superbonusDM FER1 e comunità energetiche e impianti utility scale.

Ulteriori informazioni sul programma e iscrizioni si possono trovare al seguente link:

Workshop online “Fondi Diretti e Fondi Strutturali, complementi e sinergie per la prossima programmazione – Horizon Europe”

Si invita alla partecipazione al workshop online “Fondi Diretti e Fondi Strutturali, complementi e sinergie per la prossima programmazione – Horizon Europe” che si terrà il 20 Novembre alle ore 9:30, nell’ambito di SMM2020. 

Per partecipare al workshop è necessario registrarsi su https://spin.srl/smm2020/workshop/

Campagna NET contro l’abbandono di mascherine

A me non serve! Questo lo slogan della campagna di comunicazione che sarà promossa dal POLO AMBIENTE E RISCHI NATURALI (POLO NET) in collaborazione con ENVI GROUP per richiamare l’attenzione di tutti contro il fenomeno dell’abbandono delle mascherine chirurgiche e non e dei guanti monouso. Il rischio è che all’emergenza sanitaria si associ una emergenza ambientale; da qui una campagna di comunicazione che durerà un mese, e che ogni settimana attraverso un post, fotograferà l’immagine del nostro ambiente che sta vivendo l’invasione di questi dispositivi.

Purtroppo il fenomeno dell’abbandono nell’ambiente di guanti e mascherine usa e getta può avere un impatto ben più grave di quello legato solo al degrado urbano, poiché mascherine e guanti sono realizzati con materiali che possono resistere al deterioramento per molti decenni se abbandonati indiscriminatamente nell’ambiente, ma al contempo sono cosi fragili tanto che potrebbero sfaldarsi ed essere ingeriti dagli animali. Il timore è che questi dispositivi possono causare un incremento della diffusione di microplastiche e diventare una minaccia per tutte le specie terresti e marine.

Ad annunciare l’iniziativa è lo stesso Presidente del POLO NET, Luigi Borrelli: “La campagna avrà come protagonista l’ambiente e lo slogan che l’accompagnerà sarà A ME NON SERVE! per sottolineare che mascherine e guanti all’ambiente non servono; sarà condotta sui social network, strumento di comunicazione diretto, per sensibilizzare i cittadini e scongiurare l’abbandono di questi dispositivi dopo l’utilizzo. L’impegno per l’ambiente è per noi come POLO NET è costante ed è per questo che abbiamo deciso di lanciare una campagna che prima di tutto faccia pensare e sproni i cittadini a riporre mascherine e guanti negli appositi cestini”.

 “L’uso di mascherine e di altri dispositivi di protezione in questa emergenza Covid, che sta segnando il Paese non deve trasformarsi in un ulteriore problema, ma dobbiamo essere tutti capaci di comprendere il momento e fare il nostro dovere di cittadini –dichiara Gianni Vrenna Presidente di Envi Group. Ed il nostro dovere di cittadini ci deve guidare anche nel non abbandonare tali dispositivi di protezione una volta usati; adoperiamo i cestini e i cassonetti per la spazzatura e non lasciamo che le mascherine creino un ulteriore problema abbandonandole ovunque e gettandole per strada. E’ necessaria una dimostrazione di alto senso civico e rispetto per tutto quello che ci circonda”.

Stati Generali della Green Economy 2020

il Consiglio Nazionale della Green Economy, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico e della Commissione europea, è lieto di invitarvi alla nona edizione degli Stati Generali della Green Economy 2020, dedicati quest’anno al tema “Il Green Deal al centro del Piano del rilancio per l’Italia – Una nuova fase per la green economy”, che si terranno il 3 e 4 novembre 2020, in modalità esclusivamente online in collegamento con Ecomondo-Key Energy Fiera di Rimini.

Il programma di dettaglio, anche quest’anno ricco di autorevoli speaker, è disponibile al seguente link:

Programma|Link

Di seguito le indicazioni utili per procedere all’iscrizione online in pochi passi, entro il 2 Novembre:

  • Accedete alla pagina di registrazionewww.statigenerali.org 
  • Inserite i vostri dati e indicate quali sessioni intendete seguire;
  • Vi siete registrati! Riceverete una mail di conferma con le info di accesso alla piattaforma digitale di Ecomondo e i link ai nostri canali dove seguire il live streaming degli Stati Generali della green economy. Riceverete anche un biglietto gratuito che dà diritto all’ingresso i giorni 3 e 4 novembre 2020, per chi volesse partecipare alla Fiera.

Bando ideeRete – Assimoco S.p.A

Il Bando ideeRete è stato emesso da Assimoco S.p.A. al fine  di supportare la Comunità nell’attuale grave situazione di emergenza sanitaria a seguito della pandemia da Covid-19. Sostenere la ripresa del tessuto sociale ed economico dei territori più colpiti dall’emergenza sanitaria, contribuire ad attivare percorsi per supportare la ripresa, favorire la ri- progettazione di attività imprenditoriali, la ri- generazione dei territori e delle comunità. Questa iniziativa vuole rappresentare uno strumento per rendere ancora più concreto il posizionamento di Assimoco S.p.A. in qualità di Società Benefit.

L’obiettivo è sostenere le realtà che intendono rigenerare comunità e territori a fronte dall’emergenza Covid, attivare capacità imprenditoriali in grado di favorire la ripartenza e mitigare le conseguenze economiche, sociali e ambientali della pandemia, attuando interventi di natura trasformativa e di lungo periodo.


In particolare, il bando intende sostenere progetti finalizzati a realizzare uno o più interventi nei seguenti ambiti:


Transizione verde

• Riqualificazione energetica del patrimonio edilizio. In coerenza con il Green Deal della Commissione Europea, al fine di raggiungere entro il 2050 l’azzeramento delle emissioni nette di CO2, in particolare attuando una riqualificazione del parco immobiliare verso un’ alta efficienza energetica, perseguendo un cambio dei sistemi di produzione di energia verso fonti rinnovabili.

• Sicurezza sismica. L’intervento ha come obiettivo la messa in sicurezza del patrimonio abitativo dal rischio sismico come: strumento di tutela dei cittadini, veicolo di abbattimento dei costi di gestione e dei consumi a regime, passaggio verso un sistema più sostenibile, occasione di rinnovamento urbano per le aree che necessitano sviluppo.

 • Sicurezza idrogeologica. In relazione all’assetto idrogeologico ovvero ad una strategia di mitigazione dei danni provocati dai cambiamenti climatici, al contenimento delle perdite della rete idrica e al miglioramento del trattamento delle acque reflue urbane.

• Mobilità sostenibile. Promuovendo lo sviluppo della mobilità elettrica e sostenendo interventi legati alla ciclabilità, pedonalità, sicurezza e intermodalità.

Trasformazione digitale

• Servizi digitali, in particolare per sostenere la resilienza delle imprese attraverso l’adozione di modalità innovative di lavoro agile che sfruttino le potenzialità delle connessioni digitali.

• Educazione e formazione digitale, per sostenere modalità innovative di supporto allo sviluppo personale e professionale attraverso modalità innovative anche a distanza.

Tutela della salute

• Sviluppo della rete delle strutture territoriali, con riferimento allo sviluppo di iniziative innovative per sostenere lo sviluppo dei punti unici di accesso ai servizi sociali e sanitari in una logica di prossimità, in particolare con l’obiettivo di assicurare tempestività nella presa in carico e continuità rispetto agli interventi assistenziali, oltre che delle centrali operative che svolgono una funzione di raccordo tra le diverse attività e servizi, coordinano e gestiscono l’attività clinico- assistenziale, anche a distanza.

Lotta alla povertà

• Sostegno alle periferie: ridurre le condizioni di marginalità e di esclusione sociale delle persone e famiglie nelle periferie. I progetti possono essere riconducibili ad approcci di eco-quartieri, città resilienti, ‘città dei 15 minuti’, programmi di sviluppo socioculturale.


• Economia circolare in ambito agroalimentare: adottare nuove soluzioni di riduzione degli sprechi e modelli di economia circolare, tali anche da favorire l’incremento occupazionale dei giovani under 35, più colpiti dalla pandemia (secondo i dati Istat a maggio 2020, solo il 23% della popolazione under 35 sta continuando a lavorare, contro un dato del 39,4% pre- pandemia).

 Chi può presentare

Sono ammessi enti profit, che evidenzino il perseguimento di un agire responsabile dell’attività d’impresa, ed enti non profit.
Sono soggetti ammissibili al presente bando enti già costituiti al momento della candidatura, oppure enti non ancora costituiti (startup o spin-off di soggetti giuridici già esistenti) che presentino progetti di natura trasformativa e di rilancio coerenti con gli obiettivi perseguiti dal presente bando.

Progetti ammissibili e contributo

I progetti presentati dovranno obbligatoriamente essere realizzati all’interno del territorio italiano, dimostrare coerenza rispetto agli obiettivi illustrati nel presente bando dando luogo a interventi di natura trasformativa e di lungo periodo. I progetti inoltre dovranno avere una durata massima compresa fra i 18 e i 24 mesi.


Ogni ente o partenariato potrà richiedere un contributo non inferiore ai 50.000 euro. È definito altresì un limite massimo di richiesta di contributo, pari a 90.000 euro per singolo progetto.


Il contributo richiesto potrà essere pari al 80% delle risorse finanziarie previste per l’attuazione del progetto. Si precisa inoltre che il contributo sarà erogato sulla base dell’avanzamento delle attività progettuali ed in base ad un piano lavori condiviso con Assimoco ed i soggetti vincitori del presente bando Il budget totale a disposizione del presente bando ammonta a 650.000 euro.


Le richieste di contributo devono essere formalizzate esclusivamente on-line a partire dal 22 ottobre e fino al 28 febbraio 2021 attraverso il sistema informatico messo a disposizione da Assimoco 

Per maggiori informazioni:

Pagina del bando

Regolamento

Allegati

Smart Manufacturing Matchmaking 2020

Vi invitiamo a partecipare allo Smart Manufacturing Matchmaking 2020 – Virtual edition, un’opportunità per incontrare manager, ricercatori e enti pubblici che lavorano nell’area dello Smart Manufacturing e dell’Industria 4.0

A causa dell’emergenza sanitaria causata dal Covid – 19, SMM2020 – Virtual edition si terrà interamente online dal 18 al 20 novembre con i seguenti eventi:

  • Brokerage Event @SMM2020 – evento di matchmaking online con incontri 1:1.
    Tutti gli incontri 1:1 dell’evento di Brokerage si terranno online attraverso il sito web dell’evento. Non è necessario alcun software aggiuntivo, solo un browser web aggiornato, un microfono e una webcam.
    Le registrazioni sono aperte su: https://smm2020.b2match.io/
    Al 20 di ottobre ci sono oltre 270 partecipanti da 37 nazioni diverse.
     
  • Webinar 4.0 @SMM2020 –  Webinar tenuti da specialisti ed inerenti ai temi di SMM2020.
    Al momento è possibile partecipare ai seguenti Webinar (altri sono in via di definizione):
  • Virtual Company Mission @SMM2020 – consistono in presentazioni online di un prodotto o servizio da un’azienda/gruppo di ricerca ad altre che hanno manifestato interesse al tema proposto. Alla fine delle presentazioni, ci saranno incontri 1:1 programmati.
    Al momento è possibile partecipare alle seguenti Virtual Company Mission (altre sono in via di definizione):
  • World Investment @SMM2020 – iniziativa per favorire l’incontro tra domanda ed offerta di investimenti per progetti innovativi.  Aziende e startup sottopongono progetti innovativi tramite piattaforma online allegando un breve pitch di presentazione. Tutte le proposte riceveranno una risposta da parte di advisor esperti, a quelle valutate di essere subito potenzialmente finanziabili verrà proposto un meeting online dove presenteranno il pitch sottomesso agli advisor.

Per partecipare a Webinar 4.0, Virtual Company Mission e World Investment, le registrazioni sono aperte su: https://smm2020.eu/. La registrazione è unica, registrandosi gratuitamente in una delle sezioni della piattaforma di SMM2020, è possibile partecipare a tutti gli eventi presenti.

Nei riquadri sottostanti si trovano maggiori dettagli sulle Virtual Company Mission e sui Webinar già attivi sulla piattaforma.

SMM2020 – Virtual Edition può essere seguito sui seguenti canali:
Websitehttps://www.smm2020.eu/
Telegramhttps://t.me/spin_srl_smm2020/
Facebookhttps://www.facebook.com/Smm2020-121878596267355/
LinkedIn:https://www.linkedin.com/events/smartmanufacturingmatchmaking2020-virtualedition/

Al Polo NET Intelligenza Artificiale per la prevenzione da Covid-19

Intelligenza artificiale per prevenire il diffondersi del contagio del Covid-19.

Revelis, start up di Rende (CS) e associata al POLO NET di Crotone AMBIENTE E RISCHI NATURALI, lancia iGuard, una tecnologia per il rilevamento automatico dell’uso della mascherina e la misurazione della distanza sociale tra individui in ambienti indoor, a costi accessibili.

La tecnologia è in grado di segnalare la presenza di soggetti privi di mascherina e il mancato rispetto delle distanze di sicurezza previste all’interno di spazi lavorativi, avvisando, con un segnale sonoro o con un alert video, del mancato rispetto delle misure di sicurezza.

Il Polo Net ambiente e rischi naturali, presso la propria sede di Crotone, si è dotato di questo dispositivo ed è disponibile ad informare Enti ed aziende che ne faranno richiesta sulle funzionalità e caratteristiche di questa innovativa applicazione dell’intelligenza artificiale”.

Energia, incentivo per l’autoconsumo e le comunità energetiche da fonti rinnovabili: firmato dal Ministro Patuanelli il decreto attuativo

Il Ministro dello Sviluppo economico,  ha firmato il decreto attuativo che definisce la tariffa con la quale si incentiva la promozione dell’autoconsumo collettivo e le comunità energetiche da fonti rinnovabili, al fine di favorire la transizione energetica ed ecologica del sistema elettrico del nostro Paese, con benefici ambientali, economici e sociali per i cittadini.

“Con grande soddisfazione ho firmato oggi il decreto che introduce un incentivo a sostegno delle comunità energetiche e dell’autoconsumo”, dichiara il Ministro Patuanelli. “Si tratta di una svolta importante – aggiunge – che consentirà di sviluppare ulteriormente nel nostro Paese la produzione di energia da fonti rinnovabili, permettendo al contempo ai cittadini, alle PMI, agli enti locali di consumare l’energia che producono”.

Il provvedimento rende, infatti, operativa una misura introdotta nel dicembre 2019 con il decreto Milleproroghe, che anticipando l’attuazione di una direttiva europea consente di costituire l’autoconsumo collettivo, attivabile da famiglie e altri soggetti che si trovano nello stesso edificio o condominio, e le comunità energetiche, a cui possono partecipare persone fisiche, PMI, enti locali, ubicati in un perimetro più ampio rispetto a quello dei condomini.

La misura è strutturata per promuovere l’autoconsumo condiviso, anche tramite l’impiego dei sistemi di accumulo.

La tariffa per l’energia autoconsumata sarà pari rispettivamente a:

  • 100 €/MWh per le configurazioni di autoconsumo collettivo;
  • 110 €/MWh per le comunità energetiche rinnovabili.

L’incentivo, riconosciuto per un periodo di 20 anni e gestito dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE), è cumulabile con il Superbonus al 110% nei limiti previsti dalla legge e punta a trasformare l’attuale sistema elettrico centralizzato, alimentato da combustibili fossili, in un sistema decentrato ed efficiente, alimentato con energie pulite, inesauribili e non inquinanti.