SICURVIA – Seminario finale

SICURVIA – Seminario finale

Mercoledì 18 dicembre 2019, presso l’aula di teledidattica del dipartimento DIIES dell’università Mediterranea di Reggio Calabria, si è svolto il seminario finale di presentazione dei risultati delle ricerca condotta nell’ambito del progetto SICURVIA, la Piattaforma Gestionale Innovativa dedicata all’identificazione certa delle aree di ricovero e vie di fuga sicure in caso di sisma ed altri eventi indesiderati.

Il progetto che ha visto come capofila il Parco Ludico tecnologico ambientale di Ecolandia SCRL e come Ente di Ricerca il dipartimento DIIES dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, ha coinvolto nella ricerca l’impresa HWA s.r.l. ed il Consorzio Mediterraneo Stabile per lo Sviluppo Co.Me.S.

L’intera attività di ricerca rientrava nell’obiettivo specifico 1.2 “Rafforzamento del sistema innovativo regionale e nazionale – Azione 1.2.2 Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo su poche aree tematiche e di rilievo e all’applicazione di soluzioni tecnologiche funzionali alla realizzazione delle strategio di S3” del POR CALABRIA FESR-FSE 2014-2020 – ASSEI – PROMOZIONE DELLA RICERCA E DELL’INNIVAZIONE

Alle 9.45, dopo i saluti e l’introduzione del responsabile scientifico di progetto, l’Ing. Filippo Pratico, è intervento, in qualità di rappresentante scientifico del Parco Ecolandia, l’Ing Polimeni che ha illustrato l’intero percorso effettuato e riepilogato tutti i passaggi effettuati nel corso della realizzazione del progetto.

Di seguito è intervenuto l’Ing. Massimo Merenda in qualità di rappresentante scientifico della Hwa  s.r.l. (spin off della Università mediterranea di Reggio Calabria), che ha presentato i risultati dei WP 1 e 2 curando la ricerca industriale preliminare ed avanzata, preoccupandosi dall’acquisizione di tutti i sensori e la componentistica hardware per la costruzione della piattaforma, della messa a punto finale in laboratorio del prototipo, del web server e della sicurezza informatica.

Successivamente la Dottoressa Roberta Santagati, rappresentante scientifico di Comes, ha illustrato come sono stati supportati i partner nello sviluppo degli algoritmi per l’analisi e la circolazione dei dati all’interno e all’esterno della piattaforma, come è avvenuta la diffusione dei risultati e quale sarà l’iter di brevettazione della piattaforma.

Infine gli Ing. Giuseppe Colicchio e Rosario Fedele, rappresentanti scientifici del DIIES e Capofila dell’intero progetto, hanno illustrato l’intera parte scientifica curata dal dipartimento medesimo e presentato i possibili sviluppi dei risultati ottenuti.

Anche il Polo NET, ha avuto all’interno del progetto, un importante ruolo di natura scientifica. Ha curato il calcolo dell’impronta ecologica, ovvero la quantità in kg di CO2 emessa nel corso delle attività di progetto svolte dall’inizio alla sua conclusione e comprensive dell’evento finale.

Grazie a NET, in seguito ai suoi cacoli ed alla successiva compensazione effettuata con progetti di piantumanzione, il progetto, in termini di carbon footprint, non ha avuto alcun impatto ambientale. Pertanto la CO2 prodotta pari a 14,6 tonnellate è stata compensata con 146 alberi equivalenti.

NET inoltre ha supportato il DIIES ed HWA nelle varie fasi del progetto ed in particolare nella scelta dei fornitori e nell’acquisizione dei materiali utilizzati per la creazione del prototipo.

Infine il settore ICT di NET ha curato la progettazione di una soluzione tecnica per la creazione di un WiFi HotSpot al fine di coprire l’intera area del parco Ecolandia e raggiungere tutti i quattro livelli in cui è suddivisibile l’area. La presenza di una rete HotSpot all’interno del parco era condizione necessaria per poter installare e testare i prototipi realizzati nel corso del progetto e denominati LUME costituiti da una serie di sensori e device di comunicazione. La soluzione proposta dal Polo, che ha individuato le posizioni ideali per l’installazione dei LUME, prevede un router per la connessione ad Internet attraverso la fibra, un dispositivo hardware per la gestione dell’HotSpot, e cinque antenne WiFi.

Anche a Natale compra locale!

E’ lo slogan migliore per questo Natale 2019. Noi del POLO NET vi suggeriamo un regalo che parla del nostro territorio perché fare un regalo a Km ZERO significa prima di tutto sostenere l’ambiente diminuendo le emissioni di CO2, ma anche scegliere prodotti genuini e finanziare le imprese locali.
💫AUGURI dal POLO NET

Pensare a compensare –

Pensare a compensare – 10 dicembre 2019

Lunedì 10 dicembre presso la scuola ITT Panella Vallauri di Reggio Calabria si è svolto l’incontro organizzato dal Polo NET in collaborazione con il Parco Ludico Scientifico Ecolandia nell’ambito del programma nazionale per la settimana UNESCO di educazione alla sostenibilità.

L’incontro è stato aperto dalla Dirigente scolastica Prof.ssa Anna Nucera che ha sottolineato la necessità di formare figure professionali capaci di rispondere alle nuove sfide ambientali.

Di seguito il presidente di Ecolandia, dott. A, Perna, ha ricordato come il vero problema legato ai cambiamenti climatici è la produzione della CO2, quindi ha illustrato i percorsi didattici ed i progetti in corso ad Ecolandia come il Laudato si ed il Gran Tour. Due esperienze formative dedicate a qualsiasi età e già da tempo incluse tra le offerte del Parco, la prima basata sull’omonima enciclica di Papa Francesco e la seconda ispirata al mitico Ulisse.

Successivamente la professoressa Bacciarelli, coordinatrice dell’istituto Bolani-De Amicis, nel corso del suo intervento ha restituito le impressioni dei ragazzi, risultate estremamente positive, che hanno partecipato ai percorsi educativi illustrati nell’intervento precedente dal Presidente Perna.

L’Ing. Piero Polimeni, Responsabile infrastrutture di ricerca del Polo NET, ha invece presentato Ri-Eco-Scuola – Un percorso di Ri-conversione Ecologica per le scuole del Comune di Reggio Calabria illustrando gli obiettivi e le sei fasi di attuazione.

L’ing. Comi ha quindi presentato la piattaforma di compensazione della CO2, implementata dal Polo NET e fruibile dal sito ufficiale di Net, proponendo una possibile soluzione per arginare il surriscaldamento ambientale.

Infine hanno concluso l’evento la Dottoressa Sabribna Santagati e l’architetto Santo Marra che hanno presentato rispettivamente il Parco Nazionale dell’Aspromonte ed il progetto in corso di attuazione “Una finestra sul Geoparco” ovvero un prototipo di accessibilità ampliata all’interno del Parco Ecolandia,

.

Nel corso dell’evento si è proiettato un cortometraggio realizzato dagli studenti delle classi prime e seconde e supportati dal Prof. Marzolla, vincitore del concorso Nazionale promosso dalla Camera dei Deputati dal titolo “Immagini per la terra”

NET in Kenya -11-22 novembre 2019


Si è conclusa positivamente la missione organizzata dal Consorzio NET – soggetto gestore del Polo di Innovazione Ambiente e Rischi Naturali – e realizzata in Kenya nell’ambito del proprio programma di internazionalizzazione, facendo seguito alla  Convenzione stipulata nel mese di luglio 2019  insieme ad altri soggetti e soci di NET, con l’organizzazione IKSDP di Nyandiwa nella Regione del Gwassi, in rappresentanza  delle comunità locali della zona.

L’obiettivo della missione era di verificare la possibilità di localizzare presso il Centro IKSDP  di Nandiwa, una  sede operativa del Polo  dove avviare attività di ricerca  sui temi prioritari di tutela e valorizzazione di aree ambientalmente fragili e  di sperimentazione di “pratiche” di contrasto e  adattamento ai cambiamenti climatici. La sperimentazione di interventi e progetti in realtà, come il Kenya, dove le problematiche di sviluppo sostenibile sono evidenti ed urgenti e dove gli eventi estremi si susseguono con estrema rapidità e intensità, oltre a rappresentare una grande opportunità per imprese e istituzioni aderenti a NET, possono fornire metodi e buone pratiche da cui trarre indicazioni e fare riferimento per la realizzazione di azioni concrete di sviluppo sostenibile ed innovazione anche nella realtà calabrese.

Alla missione hanno partecipato Pietro Milasi, Direttore Generale di NET; Pietro Polimeni, Responsabile Infrastrutture di Ricerca di NET; Nicola Pacini, biologo, Ricercatore dell’Università UNICAL e “focal point” in Kenya del Progetto SASS (Sistemi Alimentari e Sviluppo Sostenibile) e in particolare del Naivasha Basin Sustainability Initiative, progetto in corso di realizzazione in Kenya e Tanzania da parte di un consorzio di Università italiane guidate dalla Bicocca di Milano con la partecipazione della Cattolica, Pavia, Scienze Gastronomiche di Pollenzo (Cuneo) e lo European Centre for Development Policy Management di Maastricht.  Il gruppo è stato coadiuvato in loco dal responsabile dell’IKSDP Antonio Labate e dal  Prof.  Ralf Udo  Mueller dell’Università di Postdam – Germania, già in zona per studi sulla  biodiversità dell’area.

Bando INGEGNO – Calabria Europa

Si segnala la pubblicazione dell’avviso pubblico relativo al bando INGEGNO sul BURC n. 126 del 15/11/2019.

L’azione ha come obiettivo ultimo la trasformazione di risultati della ricerca in prodotti o servizi reali volti al miglioramento e alla crescita aziendale delle imprese calabresi. Nello specifico, la Regione Calabria intende valorizzare i risultati della ricerca scientifica attraverso percorsi di sviluppo in collaborazione con le imprese del territorio, favorendo l’ingegnerizzazione industriale di soluzioni tecnologiche in Stadio di sviluppo compreso fra TRL 4 e TRL 7.

Possono partecipare al percorso INGEGNO i gruppi di ricerca o i singoli ricercatori delle Università pubbliche e degli Enti Pubblici di Ricerca.

Il percorso di valorizzazione sarà dedicato esclusivamente ai risultati della ricerca ricadenti in una o più delle otto Aree di Innovazione della Smart Specialization Strategy (S3) della Regione Calabria, di cui alla DGR n. 249/2016 e di seguito elencate:

  • Agroalimentare
  • Edilizia Sostenibile
  • Turismo e Cultura
  • Logistica
  • ICT e Terziario innovativo
  • Smart Manufacturing
  • Ambiente e Rischi Naturali
  • Scienze della Vita

Le domande di accesso alla FASE 1 potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 16/12/2019

Per maggiori informazioni si rinvia al link di seguito:

http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/352/ingegno.html

Pensare a compensare: Nuova data, nuovo programma.

Pensare a compensare: Nuova data, nuovo programma

Metodo e buone pratiche di contrasto ai cambiamenti climatici

INIZIATIVA UFFICIALMENTE INSERITA NEL PROGRAMMA NAZIONALE DELLE INIZIATIVE PER LA SETTIMANA UNESCO DI EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ 2019

L’evento annunciato per lunedì 25 Novembre 2019 presso Ecolandia, e poi rimandato in seguito all’allerta meteo diaramata dalla Protezione Civile, si svolgerà il 10 dicembre presso la scuola ITT Panella Vallauri di Reggio Calabria secondo il nuovo programma allegato alla presente news.

Ricordiamo che l’inziativa organizzata è promossa dal Polo NET in collaborazione con Ecolandia nell’ambito del programma nazionale per la settimana UNESCO di educazione alla sostenibilità.

Nel corso dell’incontro si parlerà dei progetti di Educazione Ambientale per la Sostenibilità del Parco Ecolandia, del punto di vista delle scuole partecipanti, si affronterà Un viaggio alla scoperta del Geoparco Aspromonte attraverso la Finestra sul Geoparco, delle nuove applicazioni di pratiche compensative nei Progetti di ricerca Sicurvia e FireCompost, sarà presentata la nuova piattaforma WEB di compensazione della CO2 realizzata dal Polo NET.

Seminario 5 Dicembre 2019 “Criteri ambientali minimi, acquisti verdi e riuso della plastica per uno sviluppo ecosostenibile”

Il Consorzio NET, Ente gestore del Polo di Innovazione Regionale “Ambiente e Rischi Naturali”, è lieto di invitare la S.V. al seminario “Criteri ambientali minimi, acquisti verdi e riuso della plastica per uno sviluppo ecosostenibile”.

Al termine del seminario sarà inaugurato il “Laboratorio per lo studio, la prototipazione e la realizzazione di oggetti tramite l’uso sostenibile dei rifiuti plastici”.

Si allega programma dell’evento.

Saremo lieti della vostra partecipazione.

Pensare a compensare: Rinvio

Pensare a compensare: evento rinviato

Si comunica che per ragioni legate all’allerta meteo diramato dalla Protezione Civile ed in seguito all’ordinanza di chiusura delle scuole emessa dal Sindaco di Reggio Calabria Falcomatà, l’evento dal titolo “Pensare a compensare” previsto per oggi 25 novembre 2019 ad Ecolandia è rimandato a data da destinarsi.

Pensare a compensare

Pensare a compensare

Metodo e buone pratiche di contrasto ai cambiamenti climatici

INIZIATIVA UFFICIALMENTE INSERITA NEL PROGRAMMA NAZIONALE DELLE INIZIATIVE PER LA SETTIMANA UNESCO DI EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ 2019

Lunedì 25 Novembre 2019 dalle ore 9.00 presso Ecolandia, il Parco Ludico Tecnologico Ambientale di Arghillà (RC) e sede di Reggio Calabria del Polo NET, si svolgerà l’inziativa organizzata e promossa dal Polo NET in collaborazione con Ecolandia nell’ambito del programma nazionale per la settimana UNESCO di educazione alla sostenibilità.

Come già indicato in precedenza, l’iniziative rientra fra le iniziative previste in Calabria e promosse a livello nazionale nell’ambito della settimana internazionale dell’Unesco sull’educazione alla sostenibilità ambientale.

La sede di Reggio Calabria, del Polo NET, ha risposto ad un invito della Regione Calabria dipartimento ambiente e proposto di Intesa con il parco ecolandia il suddetto evento per giorno 25 novembre, dal titolo pensare a compensare.
Nel corso della giornata si parlerà dei progetti di Educazione Ambientale per la Sostenibilità del Parco Ecolandia, del punto di vista delle scuole partecipanti, si affronterà Un viaggio alla scoperta del Geoparco Aspromonte attraverso la Finestra sul Geoparco, delle nuove applicazioni di pratiche compensative nei Progetti di ricerca Sicurvia e FireCompost, sarà presentata la nuova piattaforma WEB di compensazione della CO2 realizzata dal Polo NET ed Infine i partecipanti saranno coinvolti nella Cerimonia di Piantumazione e nella visita delle installazioni del Parco Ecolandia.

Nel pomeriggio si svolgeranno una serie di appuntamenti programmati con le scuole interessate ai Progetti di Educazione Ambientale per la Sostenibilità del Parco Ecolandi che ne hanno fatto richiesta.

Il Futuro non si brucia. Il Futuro si PIANTA!

E’ lo slogan della campagna social lanciata dal POLO NET (Polo d’Innovazione Ambiente e Rischi Naturali) di Crotone.

Il 21 novembre si celebra la Giornata Nazionale degli Alberi istituita dal Ministero dell’Ambiente e sarà l’occasione per ricordare che gli alberi sono fondamentali per l’ecosistema dell’uomo, in particolare per i contesti urbani, per la lotta all’inquinamento e per migliorare la qualità della vita.

L’intento della campagna Il futuro non si brucia. Il futuro si PIANTA! è quello di socializzare informazioni positive attraverso i social media con focus rivolto soprattutto ai giovani in attività scolastica.

Capofila di questa campagna è il Polo Net, il Consorzio di imprese gestore del Polo di Innovazione Regionale “Ambiente e Rischi Naturali, che con il supporto del Parco Nazionale della Sila e dell’ARPACAL (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria) hanno l’obiettivo comune di promuovere una sana cultura ambientale attraverso la promozione di una maggiore consapevolezza nelle nuove generazioni evidenziando alcuni temi in particolare: gli alberi assorbono anidride carbonica e restituiscono ossigeno, proteggono la biodiversità, hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico e aiutano a ridurre il riscaldamento climatico.

“Nel 2050 – afferma il Presidente del POLO NET, Luigi Borrelli – si prevede che il 70% della popolazione mondiale vivrà in città o comunque in aree fortemente urbanizzate, con il rischio concreto che di alberi non se ne vedranno tanti. Ciò potrà non essere un problema se lo sviluppo urbano seguirà nel prossimo futuro le idee fondamentali dell’ecologia urbana. Pianificare in modo diffuso e omogeneo la presenza di alberi e altre specie verdi nella progettazione cittadina permetterebbe di mantenere le funzioni eco-sistemiche degli alberi stessi. Ciò aiuterebbe anche a proseguire nella valorizzazione di alcuni aspetti cruciali per la vita in città: un arredo urbano piacevole, una pulizia dell’aria costante, il mantenimento della biodiversità e così via. Molto possono fare in questo senso le amministrazioni incaricate di pensare o ripensare il nostro modo di vivere e abitare nel prossimo futuro”.

“Abbiamo aderito all’idea del POLO NET – ha dichiarato il Direttore Generale dell’Arpacal, dott. Domenico Pappaterra – perché queste iniziative confermano quanto efficace possa essere, per campagne di comunicazione ambientale ma anche per iniziative più tecniche sul territorio, la condivisione d’intenti tra i diversi attori che operano nello scenario regionale. La nostra Agenzia sarà sempre disponibile a dialogare con tutti i soggetti che abbiano a cuore la protezione dell’ambiente calabrese”.

La campagna social sarà rivolta in particolare alle scuole attraverso un POST che recherà lo slogan Il futuro non si brucia. Il futuro si PIANTA!e veicolerà le splendide immagini del Parco della Sila.

In fondo, come disse la poetessa Lucy Larcom, “Chi pianta un albero pianta una speranza”!