NET all’incontro FQTS 2020

NET all’incontro FQTS 2020

Il 25 e 26 ottobre presso l’Hotel Marechiaro di Campora San Giovanni si è tenuto l’incontro di Formazione Regionale di FQTS (Formazione Quadri Terzo Settore) presieduto dal Portavoce Forum Terzo Settore Calabria Giovanni Pensabene e dal Presidente Coordinamento CSV della Calabria Roberto Garzulli.

Nel corso degli incontri sono stati affrontati due temi di grande importanza ed attualità: l’“Autonomia Differenziata“, vale a dire l’ipotesi di una diversa strutturazione della autonomia delle regioni, che rischierebbe come ben detto nella pubblicazione di Gianfranco Viesti di sfociare in una secessione delle regioni ricche del nord a scapito di quelle più povere del sud. e le sorti del nostro pianeta legate ai preoccupanti e oramai ben chiari cambiamenti climatici .

Nei due giorni dell’evento hanno presentato le loro esperienze e le loro riflessioni Walter NocitoGiovanni Dorio Docenti Università della Calabria, Silvio Greco Dir. Di Ricerca Stazione Zoologica Anton Dohrn Direttore sede di Roma e della Calabria, Nino Quaranta – Associazione rurale Italiana, Luciana Pasetto – Arcipelago Sagarote, Annamaria Bavaro – Portavoce Agricoltura Sociale e per NET, il Polo di Innovazione tecnologica “Ambiente e rischi naturali”, Antonello Comi responsabile dell’area ITC.

Per il Polo è stata un’importante occasione per confrontarsi in maniera attiva ed efficace con i quadri del terzo settore della Regione Calabria. Oltre ad essere stato un interessante e proficuo momento di confronto e scambio sui temi ambientali e dei rischi naturali è stata anche un’occasione per presentare alcuni progetti attualmente in fase di completamento come Plastilab, il “laboratorio per lo studio e la prototipazione e la realizzazione di oggetti tramite l’utilizzo sostenibile dei rifiuti plastici”, la piattaforma di compensazione della CO2 ed il centro di documentazione multimediale su cambiamenti climatici e rischi naturali.



Stati Generali della Green Economy 2019 – VIII edizione

Stati Generali della Green Economy 2019 – VIII° edizione

il Consiglio Nazionale della Green Economy, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo economico e della Commissione europea, è lieto di invitarvi alla ottava edizione degli Stati Generali della Green Economy 2019, dedicati quest’anno al tema “Green New Deal e sfida climatica: obiettivi e percorso al 2030”, che si terranno il 5 e 6 novembre 2019, ospitati alla fiera di Rimini di Italian Exhibition Group, nell’ambito di Ecomondo.

Le due sessioni plenarie vedono la partecipazione di autorevoli relatori istituzionali e del mondo delle imprese nazionali e internazionali. Di seguito il programma delle sessioni plenarie, a breve sarà disponibile anche il dettaglio delle sessioni tematiche.

Programma | Link

Di seguito le indicazioni utili per procedere all’iscrizione online in pochi passi, entro il 4 novembre:

  • Accedere alla pagina di registrazione www.statigenerali.org/partecipa 
  • Effettuare la registrazione online inserendo i propri dati personali
  • Vi siete registrati! Ora dovete solo stampare il biglietto o salvarlo sul vostro telefono e conservarlo per l’ingresso in fiera, evitando le code.
banner aperte iscrizioni

I lavori della mattina del 5 novembre, verranno aperti dalla Relazione 2019 sullo stato della green economy e le prospettive per un Green New Deal. Si proseguirà nel pomeriggio del 5 novembre con tre sessioni tematiche parallele di approfondimento e consultazione: Green New Deal per le città: un programma nazionale di rigenerazione urbana; Green New Deal per la circular economy: indirizzi per il recepimento delle Direttive e le necessarie infrastrutture; Green New Deal per il territorio: il ruolo delle imprese per valorizzare l’agricoltura e il capitale naturale.

Gli Stati Generali proseguiranno la mattina del 6 novembre con la sessione plenaria internazionale dedicata al focus “Clima e Green New Deal: un patto tra imprese e governi”. I lavori si concluderanno il pomeriggio del 6 novembre, con la sessione di approfondimento “Green New Deal per la mobilità: less, electric, green, shared – muoversi con leggerezza”.

Mario Spanò nuovo Presidente di Confindustria Crotone

Mario Spanò nuovo Presidente di Confindustria Crotone

Il nuovo presidente di Confidustria di KR Mario Spanò

Nei giorni scorsi è stato eletto dall’Assemblea dei Soci di Confindustria, riuniti presso il Lido degli scogli di Crotone, Mario Spanò nuovo Presidente per la provincia di Crotone.
Presidente del CDA di Cai Service Spa, azienda del Gruppo Spanò da oltre trent’anni attivo nel settore delle forniture industriali ed ospedaliere, Mario Spanò è succeduto a Michele Lucente.
“Credo molto nel lavoro di squadra – ha dichiarato il neo eletto Presidente Spanò in apertura della sua relazione – e sono convinto che per affrontare le criticità del nostro territorio e per svolgere un ruolo attivo e propositivo, il Presidente debba essere circondato da imprenditori che come lui credono nella forza del gruppo, nella capacità di ascolto, di confronto con gli interlocutori istituzionali e di proposta”. Ai lavori erano presenti i vertici di Unindustria Calabria, rappresentati dal Presidente Natale Mazzuca, dai Presidenti delle Articolazioni territoriali Aldo Ferrara, Fortunato Amarelli, Domenico Vecchio, dai Presidenti delle Sezioni regionali Enrico Mazza, Gualtiero Tarantino, Alfredo Citrigno e dai Direttori Rosario Branda, Luigi Leone ed Anselmo Pungitore.

Dopo i saluti del Presidente uscente Michele Lucente, la Relazione programmatica di Mario Spanò è stata impostata sul lavoro di squadra che intende realizzare con gli imprenditori che, come lui, credono nella forza del gruppo, nella capacità di ascolto, di confronto con gli interlocutori istituzionali per effettuare proposte concrete. Innovazione, formazione ed aggregazione le strategie per far emergere capacità, potenzialità ed eccellenze imprenditoriali del territorio in un percorso di consapevolezza e crescita sulle opportunità, ad esempio, dell’economia digitale e circolare, in forte sviluppo. Spanò infine ha indicato alcune opportunità, che necessitano dell’adozione, da parte di tutti, di misure che ne rimuovono definitivamente gli ostacoli che ne rallentano la realizzazione e la ricaduta sul territorio quali la Zona Economica Speciale, il Porto, l’Aeroporto, area produttiva retroportuale, , l’Antica Kroton, la bonifica del Sin.

Sono intervenuti, dopo il neo Presidente, il Sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, il Presidente della Regione, Mario Oliverio, il Segretario della CGIL Area vasta, Raffaele Mammoliti, ed il Presidente di Unindustria Calabria, Natale Mazzuca.

Grande soddisfazione per il Consorzio NET S.c.ar.l. dove Mario Spanò è stato sin dalla costituzione, nel 2011, prima Amministratore Unico e poi Presidente fino al 2016, gestendo il Polo di Innovazione Regionale “Ambiente ed Energia”, ed attualmente è Direttore Strategie Commerciali e Marketing.

A Mario Spanò vanno le congratulazioni del Presidente, del CdA e di tutta la struttura del Consorzio NET con gli auguri di Buon Lavoro.

Convenzione Quadro per la promozione dello Sviluppo Tecnologico attraverso iniziative di Cooperazione Internazionale

Firmata a Reggio Calabria il 28 settembre 2019 la Convenzione Quadro tra NET, l’Associazione AzimutAlta Formazione, l’Università Mediterranea di Reggio Calabria , il Consorzio Ecolandia e  l’Organizzazione Internazionale   IKSDP- Nyandiwa Italian Kenyan Scout Self help Project del Kenya finalizzata a promuovere dal territorio calabrese un percorso di cooperazione internazionale sui temi dello sviluppo locale sostenibile, attraverso iniziative e progetti di scambio tecnico, culturale, di ricerca scientifica e sviluppo tecnologico.

Già da tempo tutti gli attori coinvolti nella stipula dell’accordo di collaborazione operano congiuntamente in Calabria e nella  zona di  Nyandiwa, ubicata nella Regione dei  Gwassi in prossimità del Lago Vittoriain Kenya, ognuno nel proprio specifico campo di azione ritenendo altamente significativo collaborare secondo i principi della solidarietà e sussidiarietà in direzione di uno sviluppo sostenibile e duraturo e di cooperazione tra i popoli a tutti i livelli.NET,come soggetto gestore del Polo di Innovazione “Ambiente e Rischi Naturali”, partecipa con la sua specificità, all’attività di cooperazione internazionale in Kenya denominata ‘Calabria for Harambee’  finalizzata allo sviluppo sostenibile delle comunità locali.

Tra le principali finalità del lavoro di cooperazione che tutti i firmatari della Convenzione si sono impegnati a sviluppare nel tempo, si sottolineano il contributo alla formazione tecnico-scientifica del personale Keniota, lo sviluppo delle aree rurali in Italia e in Kenya e il rafforzamento del legame tra le due realtà per affrontare le sfide ambientali e sociali  nel quadro degli obiettivi dell’Agenda 2030.  In questo ambito quindi, le parti intendono portare avanti iniziative e progetti nei settori prioritari dell’agricoltura e della forestazione sostenibile, nella tutela e valorizzazione delle risorse naturali e del paesaggio , nella pianificazione territoriale e della città, nell’innovazione tecnologica e  dell’economia circolare.

NET, nell’ambito del suo programma di internazionalizzazione sosterrà l’iniziativa a partire dalla localizzazione di una  sede operativa presso la comunità di Nandiwa nella Regione del Gwassi, dove avvierà attività di ricerca e sperimentazione sui temi prioritari di tutela e valorizzazione di aree ambientalmente fragili e sui relativi rischi naturali.

La sperimentazione di “pratiche” di contrasto e adattamento ai cambiamenti climatici in realtà  come il Kenya, dove gli eventi estremi si susseguono con estrema rapidità e intensità,  possono fornire metodi e comportamenti da cui trarre indicazioni per azioni e buone pratiche utili al contrasto e all’adattamento ai cambiamenti climatici anche nella realtà calabrese.

Il progetto si svilupperà nel tempo secondo i seguenti indirizzi:

1) Realizzazione di un campo sperimentale prototipo in Kenya – Regione del Wassi che permetterà di valutare preliminarmente, a scala di laboratorio in scala naturale:

–   soluzioni tecniche-scientifiche e modelli agro-forestali innovativi per la mitigazione degli effetti della desertificazione nei territori marginali all’agricoltura, adattabili al territorio calabrese;

– soluzioni ecosostenibili negli ecosistemi agricoli e forestali per il contrasto ai processi di desertificazione (rinaturalizzazione forestale; recupero e valorizzazione di ecotopi vegetali resistenti agli stress idrici, ecc.);

– Biomonitoraggio degli ecosistemi e messa a punto di indicatori di allerta precoce di stati di stress nei vegetali (utilizzo di tecnologie e sistemi non distruttivi);

2) Sviluppo e sperimentazione di un sistema di allerta-monitoraggio-risposta agli eventi estremi  secondo il modello M&E Report elaborato dall’ONG Cospe e, in particolare, per prevenire e reagire ai cambiamenti climatici, attraverso pratiche resilienti per la mitigazione degli effetti della siccità.

Notte dei Ricercatori UNICAL 2019


Notte dei Ricercatori UNICAL 2019

Importante partecipazione da parte del Consorzio NET all’evento che anche quest’anno si è svolto in 350 università europee. L’iniziativa promossa dalla Commissione Europea, che dal 2005, coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca e che ha come obiettivo quello di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale, stimolante e divertente.
Il POLO NET nell’ambito dei Poli di Innovazione della Regione Calabria ha esposto le proprie attrezzare di ricerca che condivide con 70 aziende, diffuse su tutto il territorio nazionale, e 10 organismi di ricerca tra i quali il CNR, l’Università della Calabria e l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, tutti aggregati al Polo NET “Ambiente e rischi naturali”.

Le attrezzature esposte andavano da un esacottero DJI (Aeromobile a Pilotaggio Remoto – Drone) con fotocamera ad altissima definizione, agli strumenti per rilievi della rete idrica con identificazione perdite, da una termocamera per la valutazione di variazioni termiche, ad un laser scanner per rilievi di precisione di spazi aperti, di edifici o monumenti, comprendendo numerosi strumenti per l’analisi ambientale con restituzione dati anche in remoto.

Lo stand, all’interno di quello della Regione Calabria, con gli altri Poli di innovazione, è stata meta di numerosissimi visitatori.
Studenti, ricercatori, imprese hanno fatto numerose domande sulla strumentazione in dotazione e sui servizi erogabili.

Visite anche da parte di funzionari e dirigenti della Regione Calabria e di Fincalabra che hanno avuto modo di verificare la funzionalità e interoperabilità dei finanziamenti concessi e delle attività svolte.

Molto interessato ai servizi innovativi presentati anche il Presidente della Regione che ha visitato lo stand e ha voluto illustrate le diverse soluzioni nei settori del dissesto idrogeologico, della prevenzione sismica, dei sistemi di allerta precoce, delle energie rinnovabili, della valorizzazione delle risorse in modo ecosostenibile.

Un’importante opportunità quella realizzata per far conoscere da vicino il livello raggiunto dal POLO NET e le tante importanti ricerche scientifiche e avvincenti innovazioni tecnologiche del momento. 

ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ANNO

Il Polo NET diventa SOCIAL!

Metti like sulla pagina NET_Natura Energia Territorio Scarl per essere informato in tempo reale su bandi, eventi ed iniziative.

Di seguito il link:

https://www.facebook.com/pages/category/News—Media-Website/NET-Polo-di-Innovazione-Ambiente-e-Rischi-Naturali-1052045961643651/

III Sciopero Globale per il Clima anche a Reggio Calabria

Si terrà il prossimo venerdì 27 settembre, in tutto il mondo, il 3° Sciopero Globale per il Clima, organizzato dal movimento Fridays for Future. Il movimento torna a chiedere misure urgenti per dimezzare le emissioni di CO2 ed evitare così un aumento di 1,5°C della temperatura media globale.

“L’IPCC prevede che, se continuiamo al ritmo attuale e superiamo di 1,5°C l’aumento di temperatura media globale rispetto al periodo pre-industriale – si legge sul sito web del movimento – vari feedback loops (meccanismi irreversibili, come ad esempio lo scioglimento del permafrost) entreranno in azione provocando un improvviso aumento della temperatura”. “A quel punto – continua il comunicato del movimento – la situazione sarebbe totalmente fuori controllo e nessun intervento umano sarà più possibile”. “Per evitare questo rischio concreto, dobbiamo dimezzare le emissioni globali di CO2 entro il 2030 e azzerarle entro il 2050”.

Il movimento chiede un “cambio di paradigma per garantire un futuro alle prossime generazioni” perché “il consumo irresponsabile delle risorse del pianeta sta causando danni che ricadono su tutti i suoi abitanti”.

il 27 settembre il terzo sciopero mondiale per il clima si terrà anche a Reggio Calabria, che si unirà alle migliaia di città che manifesteranno in tutto il mondo portando in piazza milioni di persone. Il gruppo locale di Fridays for Future di Reggio Calabria ha infatti organizzato un corteo a cui è invitata tutta la cittadinanza, dagli studenti ai lavoratori e tutti coloro che hanno a cuore il tema o che vogliono informarsi su tale problematica. Allo sciopero della città di Reggio Calabria hanno aderito molte associazioni a riprova del fatto che il tema dell’emergenza climatica ci tocca tutti in prima persona, mentre a livello nazionale Flc-Cgil, Cobas, Unicobas hanno indetto sciopero dalle attività ordinarie per questa data, confermando la loro vicinanza all’evento.

Anche il Coordinamento di Quartiere di Arghillà di Reggio Calabria aderisce allo sciopero di Friday’s for Future, in programma il 27 settembre a Reggio Calabria.
Arghillà è impegnata quotidianamente a cercare di migliorare l ambiente nel quartiere e la vivibilità e salubrità per i suoi concittadini. Il quartiere ospita Ecolandia, che è il parco ecologico della Città e parteciperà quindi, con una propria delegazione allo sciopero di Venerdì 27 Settembre a partire dalle ore 9,00. La manifestazione avrà come punto d’incontro Piazza de Nava e terminerà in Piazza Italia.

Maggiori informazioni al link dell’evento:

https://www.facebook.com/events/426011418262265/

Fridays for Future (in italiano Venerdì per il futuro) è un movimento studentesco nato nell’autunno del 2018, ispirato dalla lotta della sedicenne svedese Greta Thunberg. Questa giovane adolescente era rimasta colpita dalle grandi ondate di calore che hanno colpito la Scandinavia nell’estate del 2018, a cui erano seguiti incendi senza precedenti.

Il movimento chiede ai governi di tutto il mondo che vengano prese misure urgenti e drastiche per contenere l’emissione di gas serra nell’atmosfera. Secondo una enorme quantità di studi scientifici infatti, il rapido aumento della concentrazione di CO2 nell’atmosfera, a seguito delle attività umane, sta causando un cambiamento climatico che, nel giro di pochi decenni, potrebbe trasformare il pianeta.

Cambiamenti climatici : Summit ONU a settembre 2019

Si è concluso oggi 8 agosto 2019 la cinquantesima sessione dell’IPCC (Intergovernmental Panel on ClimateChange), il braccio scientifico dell’ONU, che si occupa dei Cambiamenti Climatici, insignito del Premio Nobel nel 2007 per l’apporto scientifico fornito su di un tema che ormai da tempo affligge l’intera umanità.

Nel suo intervento il Segreterio generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, ha ribadito l’urgenza di agire immediatamente perché il clima è già cambiato, se si pensa che il mese di giugno 2019 è stato il mese più caldo di sempre, che l’anno 2019 sarà probabilmente tra i cinque anni più caldi di sempre e che il periodo 2015-2019 verrà ricordato come il quinquiennio più caldo di sempre.

Il segretario generale ha anche ricordato che il 23 settembre prossimo ha convocato un vertice sul clima, che sarà preceduto il 21 da un summit dei giovani sull’argomento. Guterres ha di nuovo invitato gli Stati nazionali a presentarsi al vertice di settembre con piani concreti e ambiziosi per ridurre le emissioni di gas serra del 45% da qui al 2030. E arrivare a bandire il carbone al 2050.

I risultati del  meeting IPCC appena concluso, saranno pubblicati in un rapporto sulla relazione esistente tra cambiamenti climatici e uso del suolo, dove si mostrerà la necessità di fermare la deforestazione e rendere sostenibile il sistema globale di produzione del cibo, se davvero voglimao contenere l’innalzamento della temperatura globale al disotto di 1,5 gradi centigradi.

Per gli studiosi dell’IPCC servono misure drastiche non solo in settori come energia, industria e trasporti ma anche per quanto riguarda l’uso della terra. Spazio quindi anche al tema della desertificazione e al ruolo che questa ha nei cambiamenti climatici, alle comunità vulnerabili, alla povertà e alla migrazione: tutti temi che verrano considerati e analizzati  nel rapporto in via di pubblicazione.

ADVANCED INNOVATIVE PRODUCTION SYSTEMS OF SPIRULINA MAXIMA – la frontiera delle microalghe. Se ne parlerà il 29-30/09 a Lamezia Terme

“ADVANCED INNOVATIVE PRODUCTION SYSTEMS OF SPIRULINA MAXIMA, A CASE OF BIG BANG DISRUPTION INNOVATION” è un interessante evento di innovazione sulla produzione, consumo e ricerca della Spirulina maxima, una microalga ad elevato contenuto proteico che oltre ad essere diffusa come integratore alimentare è sempre più presente nelle diete, tra cui quelle pediatriche e degli sportivi, ha diversi campi applicativi, quali cosmetica, medicina, per il contrasto a malattie degenerative, ambientale, come naturale depuratore ed altro.

L’evento si terrà il 29 e 30 settembre a Lamezia Terme presso l’agriturismo “i Risi” e comprende una company mission il 29 e una conferenza internazionale il 30.

La company mission prevede di mattina la visita presso gli impianti innovativi di produzione di Spirulina maxima di Biorisi srl e il pomeriggio incontri b2b tra imprenditori, gruppi di ricerca e istituzioni, provenienti dall’Italia, dal Regno Unito ed Israele, con partner EEN co-organizzatori dell’evento, ma anche da Argentina, Paraguay, Costa d’Avorio e diversi altri.

La conferenza internazionale prevede sia una sessione imprenditoriale che una scientifica, tra i partecipanti KALOUSTIAN JORGE ALBERTO – Presidente di Oil Fox Argentina, CHILAVERT JOSÉ LUIS – Oil Fox Paraguay, GIACOMO MATTINÒ – Head of Unit Enterprise Europe Network and Internationalisation of SMEs presso la DG Internal Market, Industry, Entrepreneurship and SMEs.

Per chi vuole partecipare è gradita la prenotazione con comunicazione ai riferimenti del Consorzio SPIN- Ricerca Innovazione e Trasferimento Tecnologico S.r.l, di seguito riportati:

+39 0984 839674 – info@spin.srl – een@consorziospin.it

Il 25 LUGLIO 2019 il ROADSHOW DI B HEROES farà tappa a RENDE presso il TALENT GARDEN – Non perdere l’occasione di partecipare. La DEADLINE È IL 12 LUGLIO!

B HEROES è un programma di accelerazione nazionale, in cui le startup partecipanti hanno a disposizione gratuitamente oltre 300 mentor e 25 aziende partner, oltre alla possibilità di raccontare la propria startup nella terza stagione dell’omonima docu-serie televisiva le cui prime due edizioni sono state trasmesse da Nove (2018) e Sky Uno (2019).

BOOST HEROES è invece una società di venture capital, che cura la fase di selezione per l’ammissione al programma Boost Heroses e gli investimenti nelle startup di B Heroes. La società ha già investito in più di 110 società, sia italiane che internazionali.

Il programma B Heroes sostiene le startup selezionate con investimenti fino a 1 MILIONE DI EURO, suddivisi in 500 mila euro per la migliore startup e almeno 50 mila euro per le altre partecipanti. Fornisce supporto gratuito da parte dei mentor e servizi gratuiti da parte delle aziende partner, visibilità televisiva e digitale.

Le tappe del Roadshow sono sia dei SELECTION DAY per il programma di accelerazione di B Heroes sia degli INVESTOR DAY, in cui le startup potranno incontrare il team di investimento di Boost Heroes, i co-investitori del network, business angel e fondi di venture capital, che valuteranno opportunità di investimento diretto nelle startup, indipendentemente dalla successiva partecipazione al programma di accelerazione.

L’iniziativa, rivolta alle imprese innovative, si svolgerà anche a Rende, il prossimo 25 luglio.

L’organizzazione valuta anche idee innovative di imprese non formalmente classificate come startup.

Puoi registrarti alla homepage di seguito riportata (tempo stimato di compilazione: 15 minuti):