LA CASA DEL FUTURO

Soluzioni in legno per un’autarchia energetica

Presentato presso l’Hotel Mediterraneo di Amantea, venerdì 7 giugno, il progetto di ricerca e sviluppo Z-NEWh (Zero Net Energy Wood house) realizzato dalle aziende Big Mat – Alfano S.p.A, Creta Energia Speciali S.r.l. e Mannella – Divisioni legnami, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Sistemi Elettrici per l’Energia dell’Università della Calabria.

L’iniziativa si è svolta con il patrocinio del Consorzio NET S.c.ar.l., gestore del Polo di Innovazione Regionale “Ambiente, Rischi naturali”, degli Ordini Professionali degli Ingegneri e degli Architetti della Provincia di Cosenza, del Collegio dei Geometri e dell’Associazione Italiana di Elettrotecnica, Automazione, Informatica e Telecomunicazioni (AEIT).

Dopo i saluti da parte del delegato dell’AEIT, i lavori sono iniziati con la relazione del Prof. Daniele Menniti, professore ordinario di Sistemi elettrici per l’energia presso l’università della Calabria, che ha illustrato le soluzioni progettuali utilizzate per la realizzazione di prefabbricati in legno del tipo NZEB (Near Zero Energy Building) con tutte le particolari dotazioni impiantistiche destinate a sfruttare a pieno le fonti di energia rinnovabili. Con semplicità divulgativa e rigore scientifico ha posto particolare attenzione alle tecnologie abilitanti necessarie per il raggiungimento dell’autarchia energetica: realizzazione di edifici energeticamente ed ambientalmente sostenibili.

E’ seguito l’intervento dell’Ing. Giovanni Brusco, Direttore tecnico CRETA Energie Speciali – Spin-off dell’Università della Calabria, che ha rappresentato gli studi effettuati analizzando nel tempo:

  • i consumi energetici e la potenza assorbita nelle abitazioni diversificate per tipologia;
  • l’energia prodotta tramite fonte fotovoltaica;
  • la possibilità di utilizzo delle batterie di un’auto elettrica per far fronte ad esigenze di consumo delle abitazioni.

Un’analisi completa per ottimizzare produzioni e consumi in un’ottica di risparmio energetico.

Tutto incentrato sulle possibilità di utilizzo di un’auto elettrica l’intervento del Dott. Damiano Frittina, Electric Mobility Section Manager della Nissan Italia, che in particolare ha evidenziato le possibilità di scambio biunivoco, dal punto di vista energetico, tra il sistema auto e il sistema casa, utilizzando la componentistica realizzata nell’ambito del progetto, che permette di valutare la fonte di approvvigionamento più opportuna nella particolare situazione.

Sull’utilizzo di una produzione energetica rinnovabile, diffusa sul territorio e utilizzabile con meccanismi di equità si è svolto l’intervento dell’Ing. Nicola Sorrentino, Ricercatore Sistemi Elettrici per l’Energia presso l’Università della Calabria. Le problematiche sociali e le soluzioni tecniche per la realizzazione di questa rivoluzione storica sono state analizzate e approfondite con valutazioni economiche ed ambientali di merito.

Rocco Alfano, Presidente della Alfano SpA e di Big Mat Italia, ha riportato la propria esperienza nella realizzazione di uno stabilimento per la produzione di XLAM in Calabria, evidenziando i punti di forza e di debolezza che ha incontrato nel contesto tecnico-scientifico e burocratico nel quale ha operato. Ha evidenziato inoltre i benefici economici, ambientali e sociali che possono derivare dall’uso di una risorsa locale, il legno appunto, particolarmente abbondante in Calabria in combinazione all’impiego di risorse energetiche, come ad esempio il sole, ampiamente presenti entrambi nella nostra regione.

La prima parte del seminario, moderata dalla giornalista Adelia Pantano, si è conclusa con l’intervento del Prof. Mario Maiolo, Presidente Green Home s.c.a r.I. – Polo di Innovazione Regionale “Edilizia Sostenibile”, che ha illustrato le opportunità offerte alle aziende che operano in questo settore.

La sinergia tra aziende e organismi di ricerca per realizzare innovazione di processo e di prodotto rappresenta, secondo il Docente Ordinario dell’UNICAL, l’unica possibilità tangibile di crescita economica senza deturpare l’ambiente.

Nella seconda parte del seminario, moderata dal giornalista Ugo Floro, si è svolta una tavola rotonda sui “Programmi Regionali per lo sviluppo sostenibile”.

Il primo intervento è stato del Dott. Menotti Lucchetta, Dirigente Settore Ricerca scientifica e Innovazione tecnologica – Regione Calabria, che ha rappresentato il notevole impegno dell’Ente per favorire l’innovazione nel tessuto imprenditoriale; bandi, avvisi, agevolazioni, assistenza caratterizzano, secondo il Dirigente, l’attività del settore che negli ultimi anni ha fatto realizzare numerosissimi progetti di ricerca e sviluppo.

Incentrato sulla sfida amministrativa a garantire tempi adeguati nelle erogazioni e controlli puntuali sulle attività svolte, l’intervento dell’Ing. Carmelo Salvino, Presidente di Fincalabra – società in house della Regione Calabria, che ha poi illustrato la quantità dei progetti gestiti e le risorse erogate. Indicazioni importanti sono state anche espresse sulla metodologia di approccio, da parte delle aziende, ai bandi e agli aiuti.

E’ quindi intervenuto l’Ing. Salvatore Leto, Direttore tecnico del Consorzio NET S.c.ar.l. – Gestore del Polo di Innovazione Regionale “Ambiente e Rischi Naturali”, che dopo aver presentato l’attività svolta dal Consorzio ha illustrato i diversi laboratori e servizi offerti alle aziende per partecipare alle diverse occasioni di innovazione ormai abbastanza diffuse sul territorio.
Con le tre sedi a Crotone, Reggio Calabria e Cosenza NET offre servizi diffusi dalla formazione, alla realizzazione di prodotti sostenibili, dallo studio per una conoscenza totale del territorio a sistemi innovativi di rilevamento terrestre e tramite droni.

Dopo l’intervento del rappresentante dell’Assessorato alle Infrastrutture della Regione Calabria, i lavori sono stati conclusi dal Prof. Daniele Minniti che ha dato una serie di indicazione di politica energetica per la sostenibilità ambientale ed economica del territorio, con soluzioni semplici ad elevato valore aggiunto per imprese e cittadini.

gggg

Rassegna stampa

Quotidiano della Calabria: Vivere energia puluta Secondo l’Unical si può